Schermata 2014-03-29 alle 18.12.48

SAPPADA: DELEGAZIONE DEI DIECI PRESENTA ROADMAP VERSO L’ASSEMBLEA COSTITUENTE DEL VENETO

on marzo 29, 2014

Presente anche l’Ambasciatore Tavartkiladze, Presidente del Comitato degli Osservatori Internazionali del Referendum di indipendenza del Veneto, che anticipa finora il 100% di controlli positivi sulla corrispondenza tra elettori dichiarati ed effettivi

Schermata 2014-03-29 alle 18.12.48

Si è tenuta oggi a Sappada – Plodn (BL) una riunione della Delegazione dei Dieci della Repubblica Veneta, che ha visto una prima parte di incontro con la comunità e il sindaco Alberto Graz nel Municipio.
A margine dell’incontro si è quindi tenuta una conferenza stampa presso il Centro Congressi di Cima Sappada, nel corso della quale è intervenuto anche il Dr. Beglar Davit Tavartkiladze, già Ambasciatore di Georgia in Italia, Presidente del Comitato degli Osservatori Internazionali del Referendum di Indipendenza del Veneto tenutosi il 16-21 marzo scorsi.
L’Ambasciatore Beglar Davit Tavartkiladze ha presentato alla stampa il metodo di lavoro del Comitato degli Osservatori Internazionali che si rifà ai principi previsti dalle Organizzazioni Internazionali in tema di monitoraggio di consultazioni referendarie ed elettorali. La Comissione presenterà uno short report prevedibilmente nel corso della prossima settimana, mentre il final report richiederà una corposa attività di controllo e certificazione che richiederà alcuni mesi di lavoro per essere completata. L’Ambasciatore Beglar Davit Tavartkiladze ha anticipato che al momento l’attività di controllo sulla corrispondenza tra elettori dichiarati dal comitato organizzatore ed effettiva corrispondenza con le persone reali ha confermato al 100% l’avvenuta votazione da parte degli elettori interpellati dal Comitato degli Osservatori Internazionali.
Schermata 2014-03-29 alle 18.12.11La Delegazione dei Dieci composta da Gianluca Busato, Silvia Gandin, Stefano Vescovi, Selena Veronese, Manuel Carraro, Gianfranco Favaro, Gianluca Panto, Raffaele Serafini, Lodovico Pizzati e Paolo Luca Bernardini ha presentato il percorso fattivo verso l’indipendenza del Veneto, spiegando in particolare che i comuni dolomitici e di confine con le ragioni a statuto speciale dello stato italiano godranno di ampia autonomia fiscale. In particolare Gianluca Busato ha anticipato che i comuni dolomitici e di confine tratterranno sul territorio il 95-98% delle risorse fiscali. Nel corso della conferenza stampa sono quindi intervenuti Franco Rocchetta, l’avv. Andrea Arman, il sindaco di Sappada-Plodn Alberto Graz, Daniele Kratter, presidente della società di gestione impianti a fune, piste di fondo e Nevelandia e Gianluca Panto, oltre alla presenza di Max Pachner, figura storica degli studi e delle iniziative per la difesa  e la promozione della lingua e della identità di Sappada – Plodn e delle altre minoranze e compagno di lotte di Franco Rocchetta fin dagli anni ’70.

Gianluca Busato ha dichiarato: “la rivoluzione digitale è una pandemia benefica e inarrestabile e sta coinvolgendo in modo straordinario anche tutte le regioni oppresse dallo stato italiano. Oggi una nostra delegazione è presente in Sicilia per aiutare gli amici siciliani ad indire il referendum di indipendenza della Sicilia, sabato sarò a Cagliari per aiutare gli amici sardi a organizzare il referendum di indipendenza della Sardegna, mentre anche gli amici friulani ci hanno chiamati per la stessa ragione. La Repubblica Veneta indipendente, federale e sovrana permetterà una stabilizzazione finanziaria dell’intera area geopolitica in cui insiste, permettendo di disinnescare la grave minaccia all’economia mondiale rappresentata dal dissesto finanzario dello stato italiano arrivato ben oltre il limite della bancarotta.”
Domani mattina alle ore 9 presso l’hotel Millepini a Montegrotto Terme si terrà inoltre la Convention dei quadri dirigenti di Plebiscito.eu, che inizieranno a mettere in pratica l’esercizio fattivo dell’indipendenza previsto nella roadmap verso l’assemblea costituente della Repubblica Veneta. I primi passi saranno il piano operativo pratico di obiezione fiscale per l’attuazione del decreto di esenzione fiscale totale e l’apertura degli uffici pubblici delle Comunità Locali della Repubblica Veneta.

Ufficio stampa
Plebiscito.eu


Categories
  • Il final report richiederà una corposa attività di controllo e certificazione che richiederà alcuni mesi di lavoro per essere completata….ma dai che pagliacciata

    alexander 29 marzo 2014 18:36
  • Pensavo di scrivere qualcosa ma… ho deciso che da Busato non mi faccio piu’ prendere per il culo e quindi stacco la spina !!!

    mario 29 marzo 2014 18:46
  • Nickname, avete finito gli argomenti: i pagliacci sono i pennivendoli di regime e i troll che, come te, scrivono cazzate (spero almeno che ti paghino per farlo), non l’ambasciatore della Georgia, del quale quale nessuna persona con una reputazione di livello internazionale, si è ancora permesso di mettere in dubbio la credibilità, né tantomeno di rivolgere sorrisetti sarcastici di compatimento come quelli che abitualmente si usa rivolgere ai ridicoli politici itagliani.

    Michele Bendazzoli 29 marzo 2014 18:55
  • Sempre obiettivi e pacati, i pronti commenti dei detrattori.

    Damiano 29 marzo 2014 18:56
  • Mario e Alexander,

    Putroppo gente come voi due, è il prototipo della peggior specie di sinistra italiana larviforme, che il mondo abbia mai visto.

    Rottami di un’altra epoca nefasta, che per sopravvivere usano alimentarsi delle briciole cadute dalla mensa dei loro padroni politici, e mentre leccano il pavimento per alimentarsi, puliscono loro anche le scarpe.

    Vi stiamo monitorando e verifichiamo da dove scrivete, sempre che non siate un unico schiavo di regime.
    Quando vi lamenterete da bravi servi, con i vostri padroni, per il trattamento ricevuto in questa sede, raccomandate loro, di mandarcene di più intelligenti.

    2.100.000 elettori che hanno detto SI, all’indipendenza del Veneto, lo pretendono !

    Ad Maiora.

    CrisV

    CrisV 29 marzo 2014 18:59
  • Grande Crisv

    ale 29 marzo 2014 19:04
  • Crisv…son Veneto piu de Ti..ma el servel mi Li uso

    alexander 29 marzo 2014 19:06
  • E’ sempre un piacere leggere CrisV.

    AldoVi 29 marzo 2014 19:17
  • Crisv…controlla pure da dove scrivo…liberi di credere a tutto…io e altri amici che Hanno votato non ci facciamo prendere per Il culo…

    alexander 29 marzo 2014 19:24
  • Alexander,
    se vuoi essere credibile nella tua critica al sistema di controllo dei voti devi dire perche’ non e’ verosimile che ci vogliano alcuni mesi per controllare. dovresti spiegare un po’ meglio a noi profani come avviene questo controllo e farci capire perche’ non sono necessari alcuni mesi.

    f.b. 29 marzo 2014 19:41
  • Benissimo caro Alexander, se non si deve credere agli osservatori internazionali a chi si dovrebbe credere? Ad ogni modo è il loro parere che viene preso seriamente in considerazione a livello internazionale non certo quello di qualche giornale o ente italiano o estero che sia…

    marco 29 marzo 2014 19:42
  • F.b. Se per le votazioni normali in Italia in un paio di settimane viene certificata la votazione…qui per un referendum digitale e meno voti da controllare ci vogliono mesi?..e un osservatore giorgiano di un paese indipendentista in Lotta con Putin..mi fa sorgere dubbi..e Il referendum a perso credibilita…

    alexander 29 marzo 2014 19:57
  • Alexander
    anch’io ho il tuo dubbio, solo che senza sapere come funziona realmente la verifica non posso farmelo passare. se tu sai qualcosa potresti spiegare per provare di fare chiarezza.

    f.b. 29 marzo 2014 20:02
  • PERCHE PERDERE TEMPO CON DEI VENDUTI….NON SI FANNO PRENDERE PER IL CULO NOOOO PERCHE LO PRENDONO PER BOCCA SARANNO ANCHE VENETI COME SI DEFINOSCONO… MA VENDUTI.. COME PUO UN VENETO COLLABORARE CON CHI CI HA RIDOTTI QUASI ALLA FAME,DERUBANDOCI ANCHE DELLA COSA CHE OGNI VENETO DEGNO DI QUESTO NOME HA …LA DIGNITA…BENE ANDATEVENE IN ITALIA PERCHE NON MERITATE DI ESSERE VENETI….VERGOGNATEVI COME PENSATE DI STARE IN VENETO E GUARDARE NEGLI OCCHI I VOSTRI FIGLI..MAGARI UN DOMANI VI SPUTERANNO ADDOSSO.. ANDATE IN ITALIA QUELLO E LA NAZIONE CHE MERITATE

    IVANO FURLAN 29 marzo 2014 20:11
  • Ivano Furlan da come te scrivi non Te merito niente e se Te fe la fame Te Sta ben…

    alexander 29 marzo 2014 20:26
  • F.b. Prova a pensarci quando normalmente Si vota ci vogliono mesi per convalidare i voti?…no! qui si e votati Si o no e ci voglio mesi?..il signor Busato tira Avanti e un amico mi ha fatto notate che il comitato [Veneto si] diventa partito e si candida alle elezioni comunali e Europe…capito Ora…

    alexander 29 marzo 2014 20:55
  • È inutile discutere sul nulla… Ma tanto per farvi capire due cose, alle elezioni italiane non è stato certificato nulla, sono solo stati contati di voti. Inoltre in moltissimi seggi si sono trovati brogli e nessuno ha mosso un dito.

    Falco 29 marzo 2014 21:08
  • Oltre tutto dovete considerare che è necessario certificare ogni singolo bit del programma e ogni possibile funzione e ogni possibile hackeraggio per impedire che le malelingue possano dire qualcosa.

    Falco 29 marzo 2014 21:09
  • Alexander, visto che tu e i tuoi amichetti troll l’unica cosa che sapete dire è :culo; pensiamo anche che sia l’unica parte pensante che tu e gli altri sinistrati possiate utilizzare.Sempre grande e incisivo il caro Crisvi.

    Carla 29 marzo 2014 21:09
  • Alexander: ma ce sei o te fai? il referendum è stato organizzato da plebiscito.eu. Il “comitato del si” se ha un altro nome anche un bambino capisce che si tratta di altra cosa…
    Ma qualche argomento un po’ più serio non ce l’hai proprio?
    Ho capito, non vale proprio la pena di risponderti, tanto è inutile se uno non capisce non capisce punto e basta.
    Buonanotte ai sonadori…

    marco 29 marzo 2014 21:11
  • Aspettiamo sto report finale, e vediamo di quanti caratteri sarà composto… sperando che almeno quello sarà reso pubblico.

    AleD 29 marzo 2014 21:12
  • A tutti i dubbiosi qualche dato. Prendendo in esame la votazione della Camera dei deputati della repubblica Italiana:
    Sezioni: 61446
    per ogni sezione ci sono: 3 scrutatori + 1 segretario + 1 presidente, totale 5 persone
    Considerando 61446 sezioni x 5 persone uguale 307230 persone attive nello scrutinio.
    nelle ultime votazioni ha votato il 75,18 degli aventi diritto che sono 47.160.244 per un totale di votanti di 35.455.071.
    se dividiamo questi per il personale cioè 35.455.071/307230 otteniamo 115,40 voti da controllare a testa.
    Ora per controllare 115 voti a volte ci mettono pure tutta una notte e tu critichi se questi poveri cristi ci mettono dei mesi se in tre o quattro se ne devono passare 2 milioni e passa?
    Ma dai a tutti voi dubbiosi utilizzare un po’ l’intelligenza no!!!!

    Roberto Prizzon 29 marzo 2014 21:15
  • Alexander, Mario, fate parte anche voi di questo bel gruppetto di giovani di belle speranze per caso:

    la tristezza dei giovani itagliani pagati dal PD x seminare zizzania in rete
    Troll di partito
    http://t.co/BlVQzB88VW via @YouTube

    zisp 29 marzo 2014 21:16
  • il comitato veneto si è sempre il signor Busato..sveglia Belli

    alexnader 29 marzo 2014 21:18
  • Autorevolissima fonte di notizie il gazzettino…acquistato anni fa da caltagirone…(fate una ricerchetta rapida su internet di chi si tratta..)

    marco 29 marzo 2014 21:18
  • non zisp me despiase par ti son de destra non moderata

    alexnader 29 marzo 2014 21:19
  • peccato che sul gazzettino ci sia un intervista al signor Busato che conferma

    alexnader 29 marzo 2014 21:20
  • Alexander: ma va in leto!!

    marco 29 marzo 2014 21:20
  • i putei ae 9 i ga da esar in leto!

    marco 29 marzo 2014 21:22
  • Alexander ha proprio ragione Crisvi.Spero che ce ne mandino di più intelligenti di te a diffamare il nostro lavoro dalle sedi del PD.Quella che plebiscito si trasformi in partito poi solo il gazzettino poteva sperare che gente come te ci credesse.Giornali piccoli, piccoli per creduloni di partito piccoli, piccoli.

    Carla 29 marzo 2014 21:24
  • comela marco la verità fa mele…ah..ah

    alexnader 29 marzo 2014 21:24
  • non ne parla solo il gazzettino…svegliaaa!!!!

    alexnader 29 marzo 2014 21:26
  • Carla senza offesa ma seto lesar…non è plebescito che diventa partito ma “Veneto si” sempre signor Busato…ma se è nata la repubblica Veneta che senso ha partecipare alle prossime elezioni? voi che siete più intelligenti

    alexnader 29 marzo 2014 21:36
  • due milioni di voti e anche stasera meno di 50 utenti. Della serie: credere alle favole

    Claudio 29 marzo 2014 21:42
  • TROLL VENETO non c’è da stupirsi.

    marco 29 marzo 2014 21:44
  • go gapio alexnader, cmq tra fasistei e comunistei tajani ve ea se senpre intendua ben da ke mondo xe mondo, e ea gran parte de morti in do guere i poe ringrasiar e vostre bee idee, deso forsa ke gavi naltra bea posibiità de far na bea aleansa par difendar el sacro tricoeor, roso e nero insieme col tricoeor in man, bravi continue cusita, visto k’el futuro sarà senpre daea vostra parte, come ea vostra storia faiimentare insenia

    zisp 29 marzo 2014 21:45
  • gavevo dito mi ae 9 in leto….

    marco 29 marzo 2014 21:57
  • Penso che i controlli che,spero,debbano fare,non siano sul voto…..ma sul votante. Controlleranno che il documento sia valido e corrisponda alla persona che ha votato,cosa che alle elezioni politiche non fanno,fanno solo lo spoglio del voto. Questa operazione porterà via molto più tempo. A parte questo,non capisco il perché dovrei cambiare idea xchè certe persone,che hanno scritto qui sopra,si sentono “fregate”da Busato. Il tempo dirà chi ha ragione e chi torto.

    Stefano 29 marzo 2014 22:06
  • Io dico solo che IO SONO VENETA e provo pietà per gli italiani. Una volta liberi di decidere da chi farselo mette in quel posto mentre ora è da tempo che i vostri politici italiani decidono tra loro chi sarà giorno per giorno a mettervelo in culo!

    Arianna 29 marzo 2014 22:11
  • Alexander. Te lo ripeto per l’ultima volta.Busato non ha mai parlato di candidature politiche siete solo voi bugiardi e pagati dai partiti di sinistra a mettergli in bocca parole che non ha detto.

    Carla 29 marzo 2014 22:24
  • ah..ah..Carla libera di credere….cmq sono di destra e non mi paga nessuno…in Veneto saremo ancora liberi di esprimere il dissenso o bisogna darvi sempre ragione?..

    alexander 29 marzo 2014 22:54
  • Sono nella profonda convinzione che fra di noi ci siano infiltrati.

    EDOARDO 29 marzo 2014 23:05
  • Splendida risposta di G. Oneto a M. Cacciari che ha definito il referendum una pagliacciata: “Come definisce il sig. Cacciari il plebiscito del 1866 che con il 99.9% dei voti sanciva l’annessione del Veneto all’Italia?”.
    Ovviamente la risposta non è ancora pervenuta….

    Walfran franwal 30 marzo 2014 0:14
  • Avete visto virus? Ridicoli, provincialita’ all’ennesima potenza. Allora, vi dico una cosa. Potete in qualsiasi modo affermare le vostre idee, quanto incisive, forti e radicali esse siano, senza, e dico senza, mancare di rispetto al mondo. I primi nemici se li sono fatti fra le file di gente che li avrebbe pure seguiti se si fossero degnati di collegare il cervello invece di sparare a raffica davanti alle telecamere della Rai. I nostri problemi sono gravi, non vuol dire che quelli degli altri non lo siano.

    Michael 30 marzo 2014 0:16
  • cari veneti e non italiani , ricordeve che la parte piu’ dura sta’ arrivando adesso ,perche’ i palazzi di potere ,giornalisti , infiltrati finti veneti i vole separarne.se nota bene da certi discorsi e da certi giornali anche finti veneti . restemo uniti e vedemo cosa succede tanto i altri nostri ormai ex governanti i continua a fare novi partiti con nomi simili a indipendenza veneta per mettere in confusion la gente.ciao a tutti e buona domenica

    mi son veneto 30 marzo 2014 8:19
  • ho distribuito e votato il plebiscito in seguito se si continueranno le votazioni x ogni problema mio e del popolo veneto lastoria stara in piedi diversamente mi cerchero un altro busato

    bellingianfranco 30 marzo 2014 8:47
  • è fantastico leggere di troll ed infiltrati. Ci mancano solo quelli degli ufo e delle scie chimiche e poi siamo al completo. Chi parla di cose di 2 secoli fa e non è nemmeno in grado di giudicare se le votazioni di 2 settimane fa siano valide o no. Potrebbe essere la votazione più truffaldina di questo secolo e saremo per sempre marchiati come i “Veneti dei do milioni di voti inventai”. Staremo a vedere.

    Claudio 30 marzo 2014 9:23
  • L’unica spiegazione che posso darmi,per tutte queste cattiverie gratuite che arrivano da varie persone,sia che queste persone abbiano un’impiego statale. Sono venete,a dir loro,e sputano contro altri veneti che stanno cercando di cambiare qualche cosa….. Non penso che la situazione politica italiana offra grandi prospettive…..per dirla tutta,peggio di così sarà difficile fare!!! Quindi,penso da veneto,proviamo anche questa,non ci costa nulla se veramente tutto andrà per il verso giusto,tutto il veneto ne godrà. Se invece non succederà nulla,avremmo provato almeno. L’immobilità e la critica non costruttiva non vi porta da nessuna parte.

    Stefano 30 marzo 2014 9:55
  • @stefano: ma guarda che se cui c’è gente che vuole cambiare prendendo per il culo, prego, avanti tutta.
    Io mi sposto, dico di non conoscervi, e mi metto a guardare.

    AleD 30 marzo 2014 10:47
  • Aled,penso che chi ha votato “si”,non lo abbia scelto per prenderlo nel….,sta a chi raccoglierà queste preferenze a non tradire i veneti. Di sicuro,almeno io la penso così,in questo momento mi sento preso in giro da questi politici che non mi rappresentano, e che sopratutto,non fanno niente per difendere TUTTO il popolo Italiano,anzi. Quindi,ripeto,sarà come dici tu o sarà come dico io,solo il tempo lo dirà,ma almeno mi sono adoperato per cercare di cambiare una situazione irrecuperabile.

    Stefano 30 marzo 2014 11:01
  • Stefano rispondo solo a te perche’ mi sembri l’ unico che faccia interventi non da “fanatico”.
    Sono veneto , ho votato SI , sono un commerciante che ha dovuto chiudere la sua attivita’ a causa di tasse troppo alte e burocrazia asfissiante.
    Disposto anche ad atti etremi , come non pagare le tasse ad esempio, ma a patto che mi si dia la certezza che ci sono veramente 2.300.000 veneti che mi supporteranno quando verro’ denunciato per evasione fiscale.
    Non mi aspettavo certo che a Sappada venisse dato il report finale della certificazione, ma almeno dei link a qualche pagina che spieghi quali sono “i principi previsti dalle Organizzazioni Internazionali in tema di monitoraggio di consultazioni referendarie ed elettorali”.

    Giusto per sapere come faranno le verifiche e invece no…nessun link , nessuna spiegazione.
    Ho seguito la lega per 20 anni , non sono disposto a farmi prendere in giro per altri 20.

    mario 30 marzo 2014 11:09
  • Mario,nessuno ,penso,veneto vuole rifarsi prendere in giro per altri 20 anni. Quello che dici lo condivido,aspetto anche io,come tutti,la certificazione pubblica dei votanti. Il mio concetto è questo,e lo ripeto,queste persone che hanno indetto questo plebiscito,che non conosco,hanno avuto il primo merito di unire più di 2 MLN di veneti,fino a prova contraria naturalmente. Ora viene il difficile,tenerci uniti senza tradirci,senza entrare in politica,senza pensare al proprio tornaconto,senza abusare della posizione. Se faranno questo sarò al loro fianco,se non lo faranno dovranno loro chiedere asilo in qualche altro Paese,xchè 2 MLN di veneti saranno molto arrabbiati. Hanno la possibilità di fare quello che la Lega DOVEVA fare 20 anni fa,se lo faranno avranno il Veneto. Quello che spero e che non si facciano sedurre dalla politica,lo spero di cuore.

    Stefano 30 marzo 2014 11:54
  • Caro Stefano io sono operario di ditta privata… per me se mi viene detto se ci vogliono mesi per controllare i voti e Una persona vicina al movimento mi conferma che “Veneto Si” appoggiato da Busato si presentera’ alle elezioni per difendere Il referendum…mi fa sorgere il dubbio che tutta Sta cosa sia per farsi publicita’ per poi presentarsi alle prossime elezioni a maggio e prendere qualche voti in piu’…

    alexander 30 marzo 2014 12:16
  • Alexander,può essere che succeda quello che tu dici. Non penso tu ne sia matematicamente sicuro,come nessuno lo è al contrario. Esprimere un dubbio è ed dovrà essere legittimo,sopratutto tra di noi. Anche io ho dei dubbi,ma voglio provare a dare fiducia a queste persone,che a loro dire ci faranno stare meglio. La cosa che mi piacerebbe vedere è che tutti i movimenti Veneti siano uniti( LIGA,LEGA,indipendentisti Veneti e plebiscito. Eu) lontani da politica e politici,concentrati per far rivendicare diritti al popolo veneto. Anche questo sarebbe un segnale forte per noi. Ripeto,nessuno sa il futuro,ma se davvero Busato vuole entrare in politica,come entra,esce,non penso che i Veneti perdoneranno ancora!!

    Stefano 30 marzo 2014 12:30
  • cari ragazzi BUSATTO el zera della lega e non l’era d’accordo de certe cose e el gavea razon . Varde’ cosa i ga’ fatto fin adesso x el referendum ,i ga’da’ la colpa a forza italia e c. ma i primi a non volerlo secondo mi i ze luri.scrivo da ex leghista e scrivo in veneto perche’ ne son fiero.

    mi son veneto 30 marzo 2014 13:56
  • cari ragazzi BUSATO el zera della lega e non l’era d’accordo de certe cose e el gavea razon . Varde’ cosa i ga’ fatto fin adesso x el referendum ,i ga’da’ la colpa a forza italia e c. ma i primi a non volerlo secondo mi i ze luri.scrivo da ex leghista e scrivo in veneto perche’ ne son fiero.

    mi son veneto 30 marzo 2014 14:08
  • Il dramma del veneto e del Nord Italia si chiama Lega Nord, a me è bastato il tiro mancino di Bossi del 1994 per accorgermi che erano una presa in giro. In questi 20 anni da quelli della lega ho visto solo slogan basati sul nulla di fatto. Tanti maialini arrosti per prendere voti e fine. Sono stati la nostra rovina perché hanno preso il nostro sentimento e risentimento per rubare a loro volta con l’aggravante di dare del ladro agli altri. Guardando ciò che è successo in Lombardia e Piemonte pare che in Veneto non sia andata poi tanto male ma se dopo tutti sto anni ci sono ancora 30-40-50% dei veneti che vota gente come quelli della lega allora non abbiamo speranza. I cambiamenti si fanno con persone in gamba che amministrano con buon senso e lungimiranti, per ora con Plebiscito vedo solo uno come Busato che con Berlusconi e Bossi non ha in comune solo la B ma anche interessi personali e affari. Se in quest’era dove il mondo è globalizzato ed il segreto del successo è quello di sapersi rinnovare non vedo come tracciare nuovi confini ci possa portare fuori dalla fogna. Noi siamo nella merda, e con noi intendo Italia perché in Europa contiamo solo quando si tratta di versare le tasse e non quando si tratta di decidere le cose importanti. La lega a Bruxelles ha mandato per anni uno come Borghezio che dovrebbe essere internato a vita, non mi sembra un grande risultato se vuoi cambiare le cose veramente.

    Fantastico 30 marzo 2014 15:26
  • Io francamente spero davvero che x le elezioni europee riusciamo a mandare una nostra persona in Europa… Io spero davvero che Busato e il partito veneto si provino a mandare qualcuno in Europa… Nn credete anche voi che in questo modo sarebbe più facile arrivare all’indipendenza?
    E sto parlando solo di votazioni europee!!

    stefano 30 marzo 2014 18:35
  • Guardate questi penosi trolls di sinistra.
    Gente di poco conto, con intelligenza modesta ( fosse vero il contrario, sarebbero al posto di chi li paga, con i contributi elettorali incassati dal loro partito ), che vende per qualche centinaio di euro al mese i propri simili, nè più, nè meno, il ruolo che avevano i kapò durante la tragedia dei campi di concentramento.

    Come infatti afferma Falezza in un suo comunicato :
    “ … chi si oppone all’indipendenza di un popolo è razzista, nazista, egoista, ladro, colonialista, reazionario, retrogrado, anacronistico, oppressore e ignorante. “
    Io aggiungerei anche : vigliaccamente comunista, becero, rozzo, retrogrado e infingardo.
    Sapete le loro più inflazionate parole quando non riescono ad analizzare nuovi concetti politici ? DEMAGOGIA e POPULISMO.
    Le due tipiche parole impotenti della sinistra incapace, che fanno sinonimo di demenza patologica degenerativa !

    Cosa vorrebbero proporci costoro al posto dell’indipendenza ? Di nuovo il malcostume centralista di un Paese irriformabile, dove vige la corruzione e la degenerazione delle istituzioni ?
    Un coacervo aberrante, in mano a delle spregevoli forze partitiche, che oltre a ricoprirsi quotidianamente di scandali inconcepibili, in uno Stato degno di tale definizione, impongono con perversa soddisfazione al proprio popolo, sempre nuove tasse, che altro non sembrano sortire che aumentare il debito pubblico che alimenta i banchieri centrali ?

    Diamo retta a quattro mentecatti che anelano a farci rimanere schiavi di questo sistema degenere quanto loro, oppure vogliamo finalmente smarcarci in un gioco nuovo, più intelligente e su campi diversificati ?

    Chiedete a questa gentucola del malaffare, che trolleggia nel nostro spazio, duplicando ingenuamente i loro stessi commenti, del perchè, pur citando spesso a sproposito la costituzione italica, essa venga pedissequamente messa in naftalina, a piacere della partitocrazia, che acquisisce sempre più potere, a scapito del POPOLO SOVRANO PER COSTITUZIONE !!!
    Ben TRE presidenti del consiglio NON eletti dal popolo sovrano !
    Gli ultimi due dei quali eletti in seguito alle scandalose primarie del PD, in cui votano minorenni ( dai 16 anni ) ed extracomunitari senza diritto al voto !
    175.000 voti primari Veneti di questo partito-catorcio, contro i nostri duemilionicentoepassamila SI ALL’INDIPEDNENZA !!!

    Spiacenti cari gregari del nulla…….ma NOI non ci facciamo fregare dal pulviscolo di sinistra, nè dai rottami di destra, per l’occasione UNITI NELLA DISFATTA CENTRALISTA !

    Ad Maiora.

    CrisV :)

    CrisV 30 marzo 2014 20:45
  • Crisv, tu hai bisogno di un terapeuta, ma bravo.

    Fantastico 30 marzo 2014 21:25
  • Gli attacchi mediatici dei giornali ci hanno messo un po di insicurezza e trepidazione.
    Stiamo tranquilli e aspettiamo il report.
    Da esperto informatico posso dire che sarà dimostrata la correttezza fino all’ultimo voto e che il referendum è da ritenersi valido.
    Poi se si vuole farne un altro ben venga e non mi tiro in dietro ma il volere dei veneti è stato chiaro.
    Tra l’altro anche alcuni sondaggi, eseguiti da ragguardevoli istituti, davano più dell’80% dei veneti per l’indipendenza.
    Quindi…io mi sento tranquillo!

    Andrea 30 marzo 2014 21:26
  • Ah, ah, ah, ah, :D :D :D Era un po’ salato il piatto all’amatriciana che vi ho preparato, vero FANTASTICI e INUTILI fessacchiotti di regime ????

    Chiedete alla cicciona di Crocetta del Montello, di farvi preparare meglio la prossima volta, altrimenti rischiate l’aneurisma cerebrale, come un vostro obsoleto padrone di partito a cui i vostri nemici politici hanno smacchiato il cervello !

    Ho dieci masters in psicoanalisi per voi trolletti perdenti, ebbri di trollaggine DECEREBRATA !!!
    Inclusi i finti sostenitori indipendentisti ” a mezza verità “, che ho già individuato.
    Ho imparato tutte le vostre tecniche immonde, proprio frequentando per anni, il forum del vostro capo massone, sostenuto economicamente dal mortadella putrefatta, con i soldi pubblici di noi contribuenti e con le multe comminate al vostro peggior oppositore politico.

    CrisV 30 marzo 2014 22:10
  • Qui ci sono delle persone che dicono di aver votato per l’indipendenza e poi rompono i coglioni dicendo però che il Veneto ha poche risorse, avrà problemi con la fornitura di energia elettrica, che sarà isolato, che è incostituzionale, che i voti sono falsi ecc…ecc… Ma si può sapere allora perché cazzo avete votato??

    EDOARDO 30 marzo 2014 22:29
  • Ma chi ha detto che non avremo energia che la nostra regione ha avuto un boom di tetti solari negli ultimi 5 anni?Abbiamo produttori e installatori di fotovoltaico da vendere.Poi non saremo più costretti a regalare le nostre energie idroelettriche all’ENEL che la vende all’Italia a 10 volte il suo costo.Ultimo nel mare adriatico esistono giacimenti di gas naturale che l’Italia non ha mai voluto sviluppare per mancanza di fondi e progetti.Esclusi i ladri di Stato e indipendenti noi Veneti avremo solo una strada in discesa da affrontare.

    Carla 30 marzo 2014 22:58
  • Edoardo, aver votato non significa per forza aver votato SI. Carla, Chi ha un minimo di conoscenza nel campo energetico ti risponderebbe che con i pannelli non hai la capacità sufficiente per garantire continuità nella distribuzione elettrica a meno che tu non pretenda di avere anche il sole di notte. Le batterie di accumulo hanno dei rendimenti bassi oltre ad essere degli oggetti costosi da smaltire. Il mare adriatico ha dei giacimenti di gas ma la quantità estraibile coprirebbe il fabbisogno italiano per circa 6 mesi secondo le stime, quindi anche se lo usassimo tutto per il veneto di quanto stiamo parlando? 5 anni? Con quali investimenti per estrarlo? Come poi affrontare il problema della subsidenza? La regione Veneto si è sempre opposta a questi progetti vista l’incertezza del beneficio. Il mare è molto più complesso che un deserto del Kuwait. La strada in discesa la vedi tu e qualche altro cara Carla, io la vedo in salita, e molto più di adesso aggiungerei.

    Claudio 31 marzo 2014 7:45
  • Carla se non sai taci per favore, taci, grazie.
    Non è che bisogna sempre tirar fuori opinioni su tutto, se hai voglia di betonegare vai in giro con le amiche.

    AleD 31 marzo 2014 8:25
  • Claudio e Aled.
    Da quando in qua, dei trolls d’accatto come voi due e la vostra squadra di perdenti, incapaci di trovare sbocchi seri nel lavoro, sono esperti di risorse energetiche ?
    Le risorse dell’Adriatico sono state appena sondate, siamo solamente alla punta dell’iceberg, in quanto le ricerche sono state fermate, per interessi politici, specie della vostra compagine di potere del PD meno elle.
    L’unica cosa che riuscite a fare da emeriti incompetenti totali, è quella di cazzeggiare inutilmente dalla mattina alla sera, cercando di truffare la gente onesta con disinformazione continua e costante. Gente comune che utilizza il web per apprendere e cercare nuove strade, contro il potere guasto che, da scadenti servi fanatici, cercate di idolatrare.

    CrisV 31 marzo 2014 9:10
  • Almeno imparate a leggere anche qualcosa di diverso da quanto vi propina il vostro partito catorcio, leggete, leggete e imparate….trolls falliti !

    http://www.balcanicaucaso.org/aree/Croazia/Petrolio-in-Adriatico-la-Croazia-come-la-Norvegia-147156

    CrisV 31 marzo 2014 9:15
  • NON PREOCCUPATEVI AMICI INDIPENDENTISTI VENETI.
    QUESTI ” GENI DE NOANTRI “, PENSANO DI VENIRE DA ROMA, IN QUESTO NOSTRO BLOG, A INSEGNARE A NOI SERENISSIMI, COSA SIA IL MARE ADRIATICO.

    NEPPURE LA LORO CICCIONA DEL MONTELLO, GARANTE LOCALE DEL LORO FAMIGERATO PARTITO, SA ESATTAMENTE COSA SIANO SECOLI DI DOMINAZIONE ASSOLUTA VENEZIANA, DI QUESTO MARE.

    SERVI ROSSI, GUARDATE AGORA’ OGGI LA SCENA TELEVISIVA SI CHIAMA :Indipendenza del popolo Veneto !

    Ad Maiora

    CrisV :)

    CrisV 31 marzo 2014 9:20
  • Caspita credo di essere diventato arteriosclerotico… ma la ripetizione in questo caso è più che voluta: CrisV, che bello rileggerti… ci sei davvero mancato!

    PER ASPERA AD ASTRA!

    Thomas 31 marzo 2014 9:28
  • Crisv egregio fuffaro, convincerai te i veneti e il resto della gente che si affaccia sull’adriatico ad accettare trivellazioni in profondità per recuperare tutto quel ben di dio da raffinare e poi bruciare copiosamente nel territorio veneto.
    Nel frattempo, nel mentre cerchi di passare l’esame di quinta elementare che ancora hai in sospeso, esercitati con la lettura delle tue bollette e magari visto che ci sei anche con i report di terna.
    Spero di non aver detto troppe cose tutte insieme perché mi dispiacerebbe per la tua emicrania.

    AleD 31 marzo 2014 9:42
  • Il petrolio si compra,l’energia si compra,il gas lo si compra,cosa che facciamo già. Costerà meno perché ci saranno meno accise,ma non vedo il problema.
    Penso,piuttosto,che tra i tanti problemi risolvibili,ce ne sia uno che non dipenderà da noi,il riconoscimento del Veneto da parte di tutti gli altri Stati. Questo,se accadrà,darà il via a tutto. Sicuramente non possiamo vivere isolati dal mondo,sarebbe utopia. Per questo motivo dovremmo rimanere uniti,almeno tra di noi. Vedo molti commenti offensivi,non diamogli retta,ci saranno sempre. Critichiamo costruttivamente e a tutti quelli che non interessa e non condividono il nostro obbiettivo,ci sono milioni di blog in rete,non perdete tempo con noi.
    Uniti possiamo fare grandi cose,questo messaggio DEVE essere rivolto anche ai 10 eletti… Stefano(non io) ha espresso un suo punto di vista per le Europee,discutiamo cresciamo assieme. Io penso che questa politica ( italiana ed europea) è piena di compromessi,e io non vorrei scendere a compromessi con questi signori,non mi fido più. Io non ho votato Grillo,ma la paura che aveva si è avverata,parte dei suoi si sino fatti ingabbiare,ingolosire ed i risultati li sappiamo tutti. Bisogna rimanere fuori da questa politica,agendo all’interno della legalità.
    Scusate se sono prolisso.

    Stefano 31 marzo 2014 10:24
  • Mi sembra sia aled che voleva i numeri dell’evasione. Lo avevo anche invitato ad andare su qualche sito per leggerseli da solo, ma lui ha insistito…
    ———————————————————————————–
    Una lunga serie di cifre, impressionanti. Numeri che fotografano il male dell’Italia: l’evasione fiscale. Elementi messi nero su bianco da Stefano Livadiotti nel libro Ladri – Gli evasori e i politici che li proteggono, un saggio del giornalista de L’Espresso, presentato dal settimanale, che cerca di individuare i colpevoli di un buco nei conti dello Stato che, ogni anno, vale 180 miliardi di euro. Una voragine di proporzioni inimmaginabili, che fa impallidire al pensiero che la politica, negli ultimi mesi, si è affannata, e scannata, per trovare i 2-4 miliardi necessari per cancellare – per un anno – l’Imu, la tassa sulla prima casa.

    Le fasce – L’Italia, con i suoi 60milioni malcontati di abitanti, ha l’1% della popolazione mondiale, ma realizza il 3% del prodotto interno lordo globale e detiene il 5,7% della ricchezza del pianeta. Eppure, stando alle dichiarazioni fiscali, i nostri connazionali non appaiono affatto così ricchi: su 41.320.548 contribuenti (i dati citati nel libro sono relativi all’anno di imposta 2011) solo lo 0,1% – ossia uno ogni mille – denuncia più di 300mila euro. Il 62,89% sta sotto i 26mila euro, e il 27% grazie a deduzioni e detrazioni non paga nulla. Così, in Italia, il rapporto tra ricchezza e reddito dichiarato è 1 a 8. Tanto per intendersi, negli Stati Uniti, prima economia mondiale, il rapporto è 5,3. Dunque gli americani avrebbero a disposizione un reddito minore: c’è qualcosa che, evidentemente, non torna.

    La stima – In Italia, un dato ufficiale e complessivo sull’evasione, non esiste: la politica sino ad ora non lo ha ritenuto necessario. Le stime, così, le ha fatte il britannico Richard Murphy, fondatore di Tax Justice Network, un uomo inserito da International Tax Review nell’elenco delle 50 persone più influenti al mondo in materia di fisco. Secondo mister Murphy, i soldi sottratti ogni anno alle casse dello Stato sono 180,2 miliardi di euro. Una cifra enorme, eppure la guerra al nero non è senza quartiere: su 5 milioni di contribuenti sospetti, i controlli sono stati 200mila. Inoltre, chi viene “pizzicato” ad evadere, trova in una giustizia-lumaca il suo migliore alleato: per il primo grado di giudizio occorrono 903 giorni. Inoltre, solo l’1,7% di chi viene denunciato per reati tributari viene poi arrestato.

    Tutti perdonati – La maggior parte del sommerso, secondo le statistiche citate da Livadiotti, arriva dai lavoratori autonomi, tra i quali il tasso di evasione è pari al 56,3 per cento. Per lavoratori dipendenti e pensionati evadere è pressoché impossibile: le tasse vengono prevelate direttamente in busta casa e dunque non riescono a frodare il Fisco (e infatti l’82% del gettito complessivo arriva proprio da loro). Infine una cifra piuttosto significativa, che dimostra l’alto livello di tolleranza della politica nei confronti di chi cerca di dribblare le regole imposte dall’Erario: in 34 anni, tra il 1970 e il 2004, sono stati approvati 32 condoni di vario genere. Così, oggi, ci troviamo ad avere iperuranici livelli di pressione fiscale (quella reale è oltre il 50%), ma a pagare sono sempre, e solo, i soliti noti.

    mauro/1 31 marzo 2014 10:33
  • Tranquillo Aled,

    Che a forza di prendertelo in quel posto senza vaselina, quale servo di partito demente, il tuo cevello è finito tutto in quella zona abitualmente coperta.
    Se pensi che non riesca a sbugiardare la tua pseudocultura d’accatto ( non solo in senso metaforico ), sei più limitato di quanto supponessi.
    Dev’essere letteralmente disperato il PD, per rifarsi a dei buffoni del vostro basso livello culturale, sbugiardabili in pochi secondi.
    La bassa cultura e intelligenza di quei poveracci del tuo stampo, si manifesta particolarmente quando pensate d’aver vinto, mentre il vostro peggior nemico asfaltato, vi fiocina ogni volta 10 e passa punti percentuali, ritornando prima o poi al potere, nonostante processi-farsa spesso sbugiardati dai giornali.
    Imparate e sottolineo, IMPARATE, a crescere, parassiti sociali !
    Se voi residuati rossi cattocomunisti, pensate di continuare a impestare questa pagina con la vostra morcia purulenta, non conoscete abbastanza il popolo Veneto.
    Ma come potreste conoscerlo, visto che scrivete le vostre porcherie mendaci, dalle vostre cloache massime romane ?
    Noi siamo un popolo e non un partito fallimentare come il vostro.
    Presto anche decerebrati del tuo indimo livello mentale e culturale, si renderanno conto di cosa voglia dire un popolo unito, che lotta per la propria libertà e indipendenza.
    La partitocrazia non ha ancora capito, che il 21 marzo abbiamo decretato la sua definitiva sconfitta. Servi dementi come Aled e soci, inclusi .
    Voi, Spartani ? Gli spartani possedevano onore caro Aled, mentre gente come voi, capitanata dalle Vanna Marchi di turno, non solo non racchiudono in loro neppure una stilla d’onore, ma non possiedono neppure un barlume di DIGNITA ‘ !!!
    Siete il passato immondo da cancellare dalla storia, fatevene una ragione !

    Ad Maiora

    CrisV :)

    PS : Se vuoi in termini culturali, sono disposto a scendere a confronto, con voi feccia-rossa, persino discettando del vostro beneamato Che Guevara. Dalla nascita a Rosario in Argentina, allo sfondamento di Santa Clara, alla sua fine ( con successivo taglio delle mani ) nei pressi di La Higuera in Bolivia. Ma da emeriti vigliacchi, rifuggirete anche questo confronto !

    CrisV 31 marzo 2014 10:55
  • Ciao Thomas,

    E’ anche per me un piacere rientrare nella mia galassia web, dopo i faticosi, ma entusiasmanti impegni plebiscitari digitali che ci hanno largamente favorito con 2,1 milioni di SI.

    Ti avevo risposto in un precedente commentario, prova a controllare, per favore.

    Non ti preoccupare, da buon ragno famelico, sto invitando a pranzo sulla mia ragnatela, i pidocchi rossi. ;)
    E’ molto semplice avere ragione, con individui così dozzinali, servi del potere e disinformati !

    Ad maiora

    CrisV :)

    CrisV 31 marzo 2014 11:25
  • @mauro/1: peccato non ci siano cifre ripartite per regione.

    @CrisV: confermi ad ogni post le due doti di fuffaro, hai blaterato senza dire nulla.
    Auguri per le serali, spero ti possano servire a qualcosa.

    AleD 31 marzo 2014 11:51
  • Aled, vai a trovartele e portale sul blog.

    mauro/1 31 marzo 2014 12:01
  • Caspita, me l’ero perso (e la risposta non era neanche breve… che vergogna! :P)
    Vabbè, grazie del rimando!
    La disinformazione era più che preventivata ed ovviamente colpisce la fetta di popolazione meno partecipe alla vita politica. Io posso testimoniare che le infinite discussioni di anni ed anni con colleghi, parenti ed amici hanno dato i loro frutti grazie alla geniale intuizione del Plebiscito Digitale.
    E non è stato un semplice click sul PC.
    Moltissimi adesso mi chiedono costantemente informazioni e vogliono aggiornamenti pressoché quotidiani su quanto accade. Il plebiscito ha risvegliato anche in loro la voglia di sognare una patria più giusta in cui riconoscersi.
    La strada è ancora lunga, lo sappiamo bene, ma oggi si percepisce una convinzione nuova tra tutti noi.

    Una piccola nota personale:
    Caro CrisV, come dicevo prima, in questo periodo ho portato all’attenzione di molte persone la questione dell’indipendenza del Veneto (ed almeno 40/50 le ho fatte votare direttamente io). Nel mio piccolo, sono orgoglioso di quanto fatto e anche per questo ti voglio ringraziare pubblicamente (ancora una volta) per avermi “guidato” nei momenti più difficili (penso ad esempio alla folle esautorazione di Lodo da segretario di IV).
    Con la speranza di potermi dedicare sempre più attivamente alla formazione della nostra Patria
    Thomas

    Thomas 31 marzo 2014 12:27
  • Mauro1,interessante e tutto vero,ma non puoi pensare che il male sia l’evasione. Considerando che,fonte Agenzia delle entrate,la regione che “evade” di più è la Calabria con il 96% e la prima è l’Emilia con il 16%,si capisce che c’è Un’oceano in mezzo. La pressione fiscale reale è circa all’80%,imposte dirette ed indirette circa 67%,sul restante ci sono le tasse personali che nessuno fa conto. Mi spiego un’operaio che guadagna 1.000€ al mese netti( costa circa il 120% al datore) con quei 1.000 deve vivere,pagando tasse su ogni acquisto. Con questo sistema,perverso,fiscale non c’è modo n’è di fare impresa n’è di dare lavoro ed essere,pure,competitivi. I nostri politici non faranno MAI una seria guerra all’evasione per più,ovvi,motivi,due si tutti: serve per dividere il Paese(operai vs liberi prof.) chi divide governa/ serve per scaricare(quindi spostare l’attenzione) le colpe di aumenti scellerati di tasse.

    Stefano 31 marzo 2014 12:30
  • Caro Crisvi,
    Hai letteralmente devastato i troll del PD.Rispondono da moribondi agonizzanti.Ma che termine è fuffaro?L’ha inventato il loro Boccia, quello che contestava la nostra piazza indipendentista?Eccolo come lo descrive Dagospia:
    “Poi nove mesi fa sposa Nunzia De Girolamo, parlamentare del Pdl, dalla quale ha avuto una figlia. E nel 2010 ritenta il brivido del consenso reale: riprova a conquistare la Regione Puglia. Vendola lo lascia al palo, Boccia ottiene il 27 per cento, segno che gli elettori lo snobbano mentre i capi partito, invece, lo stimano.

    Praticamente: Boccia è il ritratto di un corto circuito. Quindi incarna con naturalezza il “volto nuovo” del vecchio partito. Desertificate le piazze reali, impazza nelle piazze televisive, mentre in quelle virtuali può gestire il suo spazio da sé. La regola è semplice: se non si è “conigli”, bisogna dargli sempre ragione.”

    Carla 31 marzo 2014 12:46
  • @CRISV
    Anche se non sono d’accordo su tutto, ti stimo.

    EDOARDO 31 marzo 2014 13:55
  • crisv te despiase tirar via quel Ad maiora parche’ no te fa’ sembrar piu’ inteigente ma ansi pi’ cojon, xe na frase usada dai antichi romani , setu’ romano o veneto?

    Mario 31 marzo 2014 15:10
  • STEFAO,cusa se rispondo in ritardo ma ho i miei tempi.Riguardo all’evasione fiscale, volevo rispondere ad Aled che in varie parti del blog ha chiasto se qualcuno sapeva niente dell’evasione fiscale del veneto.Forse voleva aprire un dibattito sulla questione.

    mauro/1 31 marzo 2014 15:11
  • Crisv, quindi la soluzione del Veneto sarebbe comprare il petrolio dalla Croazia? Non capisco cosa cambi in termini pratici questa possibilità ed inoltre se hai già un’idea dell’orizzonte temporale in cui si potrebbero avere i primi barili. Grazie per la lezione di energetica e modestia.

    Claudio 31 marzo 2014 15:20
  • mauro/1 31 marzo 2014 16:10
  • I tuoi evidenti problemi mentali Claudio non ti permettono di pensare che gas e petrolio non siano tutti in parte croata?Inoltre il Veneto presto non avrà nulla a che fare con l’italia in quanto nazione sovrana con 5 milioni di abitanti e non con 60.

    Carla 31 marzo 2014 16:11
  • Forza Crisvi dagli un’altra bella lezione a questi servi di regime di sinistra.

    Carla 31 marzo 2014 16:12
  • Claudio, sii positivo ogni tanto.

    EDOARDO 31 marzo 2014 16:19
  • Mauro/1 niente paura x carità,scusa la mia interpretazione,non avevo capito.
    Penso che non dobbiamo preoccuparci,ora,dove acquistare petrolio(lo si trova in qualsiasi mercato di materie prime al mondo). Ripeto,se fosse,con i soldi si compera tutto quello che ci potrà servire. Non diamo per scontato che sia così semplice staccarsi dall’Italia ed essere riconosciuti come Stato.

    Stefano 31 marzo 2014 16:46
  • Ok Stefano concordo. Credo oltretutto che la popolazione dovrà essere il più possibile informata su tutto. Solo certe persone sono in grado di affrontare questo nuovo cammino, dove sarà pieno di insidie create AD HOC da chi non vorrà di certo perdere un “buon partito”come il nostro Veneto.

    mauro/1 31 marzo 2014 17:00
  • Già ne abbiamo viste di trappole,andare in TV poco preparati,significa essere derisi,la prima cosa che fanno,i media italiani,è screditare le persone e le idee. Non dimentichiamo che tutti i nostri media( TV,quotidiani,settimanali e mensili) hanno un grosso aiuto “statale”,non a caso fanno fatica a dire la verità…

    Stefano 31 marzo 2014 18:45
  • Carla, ho solo letto l’articolo che hai postato. Forse tu non l’hai fatto.

    Claudio 31 marzo 2014 20:16
  • Claudio. ma quale articolo avrei postato?Ma cosa vi fumate al partito democratico?

    Carla 1 aprile 2014 10:46
  • PIPPO 3 aprile 2014 20:59
  • PLUTO 3 aprile 2014 21:00
  • Pingback: La Repubblica Veneta Emette i Suoi Titoli di Stato, Rendimento 1000% - Rischio Calcolato

Love me with a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *